In Genova Today.com


In Genova Today.com





Basilica di di Santa Maria delle Vigne Basilica di Santa Maria delle Vigne - Vico Del Campanile Delle Vigne, 5 - Genova

Sorta sul luogo dove nell'Alto Medioevo si trovava una cappella intitolata a Maria e circondata da vigneti, la Basilica di Santa Maria delle Vigne ha una storia millenaria che si svela anche nella sua struttura architettonica la quale presenta elementi romanici, barocchi e neoclassici.

Il luogo fu il primo di Genova d essere destinato al culto mariano: sembra infatti che, esattamente sul luogo dove sorge oggi la Basilica di Santa Maria delle Vigne, attorno al V secolo d.C. apparve la Madonna e per questo le genti locali decisero l'innalzamento della prima cappella poi trasformata attorno all'anno Mille, come molti altri luoghi di culto della Penisola, in una chiesa vera e propria. Una lapide posta sul muro laterale della chiesa commemora l'evento.

Con la costruzinoe delle Mura del Barbarossa (1147) la chiesa di Santa Maria delle Vigne e tutte le case sorte intorno ad essa confluirono nel perimetro urbano costituendone un rione che presto diventò molto attivo in città per la vicinanza del porto.

Costruito il campanile secondo canoni romanici il comlesso di Santa Maria delle Vigne non conobbe molti cambiamenti architettonici fino alla fine del XVi secolo quando fu deciso l'ampliamento della zona absidale e furono progettate e realizzate le cappelle che si trovano ai lati dell'altare maggiore o zona presbiteriale.

Nel Seicento la Basilica di Santa Maria delle Vigne andò incontro ad un rifacimento interno secondo il gusto barocco dell'epoca; fu progettata la costruzione della cupola e realizzata la sistemazione degli altari laterali con ricche commissioni ad artisti locali e italiani.

La Basilica ospita al suo interno una pregevole raccolta di dipinti e statue per lo più databili dal Cinque al Settecento.

Monumenti e opere d'arte della Basilica di Santa Maria delle Vigne

- Controfacciata: Cenacolo di Simone Balli (inizio XVII secolo)

- Navata: fonte battesimale con statue raffiguranti il Battesimo di Gesù di Anton Domenico Parodi (1697)
- Navata: dipinto di Santa Caterina d'Alessandria di Francesco da Pavia

- Primo altare a sinistra: dipinto della Vergine con i Santi Lorenzo, Liborio e Filippo Neri di Giovanni Battista Casoni (1681)
- Secondo altare a sinistra: dipinto dei Diecimila Crocifissi e santi di Bernardo Castello (1580)
- Terzo altare a sinistra: statua lignea di S. Antonio in gloria del Maragliano
- Quarto altare a sinistra: dipinto della Visione di San Giovanni Evangelista di Domenico Piola (1685)
- Quinto sinistra: dipinto della Trinità e Santi di Carlo Giuseppe Ratti (1770)
- Sesto sinistra: Crocifisso tra la Madonna e S. Giovanni Evangelista del Maragliano

- Primo altare a destra: Madonna con i Santi Leonardo e Stefano (inizio del XVIII secolo) di Domenico Parodi
- Secondo altare a destra: dipinto dell'Annunciazione di Giovanni Andrea Carlone (1690)
- Terzo altare a destra: Madonna col Bambino e angeli di Giovanni Mazone (1465)
- Quarto altare a destra: dipinto di San Michele di Gregorio De Ferrari (1680)
- Quinto altare: dipinto del Trionfo della Croce di Domenico Piola (1690)
- Sesto altare: dipinto di Madonna col Bambino di Taddeo di Bartolo (fine XIV secolo) e affreschi dei Misteri della Passione del Tavarone

- Presbiterio: affresco della Gloria di Maria di Lazzaro Tavarone (1612)
- Presbiterio: dipinto della Presentazione della Vergine di Giovanni David (1785)
- Presbiterio: dipinto dell'Annunciazione di Carlo Giuseppe Ratti (1787)

Stile: Romanico, Barocco, Neoclassico
Edificazione: X-XIX secolo
Orari: si rinvia al sito ufficiale.
Telefono: +39.010.2474761
E-mail: info@basilicadellevigne.it
Sito web: Basilica di Santa Maria delle Vigne

In Genova Today è aggiornato ogni giorno

© In Genova Today
Tutti i diritti riservati